In occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, Carrefour Italia, insieme alle ong “WeWorld” e “Differenza Donna”, lanciano un piano di iniziative a favore della sensibilizzazione e del supporto alle vittime di abusi domestici, in sinergia con l’onorevole Mara Carfagna, vicepresidente della Camera dei Deputati.

Con il supporto della campagna istituzionale #LiberaPuoi, le richieste di aiuto al numero e alla app di pubblica utilità 1522 del Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, sono più che raddoppiate nel periodo compreso tra marzo e giugno 2020, i mesi più duri dell’emergenza sanitaria. Crescono anche le richieste di informazioni sui servizi che il numero, attualmente gestito da Differenza Donna, mette a disposizione delle donne in difficoltà. Un fenomeno che rischia di ripetersi durante questa seconda ondata.

«Siamo fieri di essere parte attiva – dichiara Rossana Pastore, direttrice relazioni istituzionali e Csr di Carrefour Italia – di un percorso per le donne vittime di violenza, assicurando loro sostegno attraverso progetti concreti che permettano loro una vita migliore ma anche, e soprattutto, che diffondano un messaggio chiaro contro la violenza. Ci auguriamo che questo sia solo l’inizio di una duratura ed efficace collaborazione nell’interesse di una sempre più diffusa cultura inclusiva e di rispetto verso tutte le donne».

Da quest’anno la campagna si è arricchita del sostegno dell’onorevole Mara Carfagna e dell’hashtag #nonérnomalechesianormale che la Vicepresidente della Camera ha lanciato nel novembre del 2018. Carfagna da sempre fortemente impegnata nell’empowerment femminile e nel contrasto ad ogni forma di violenza e discriminazione, ha dato il via con un messaggio alla conferenza stampa di lancio del progetto a cui ha partecipato anche il Ministro per le Pari Opportunità 

Elena Bonetti. «La violenza sulle donne – dichiara la vicepresidente della Camera dei Deputati – è una piaga sociale che va combattuta con la corretta applicazione delle nostre leggi, con la prevenzione, l’educazione e la sensibilizzazione. Il nostro è un impegno che si rinnova ogni giorno nell’azione parlamentare e nella diffusione di un messaggio che invita a non considerare mai la violenza un fatto privato, ma un dramma collettivo che travolge vite e famiglie, e richiede l’attenzione e la consapevolezza di tutte e di tutti». 

L’iniziativa prevede la vendita di ciclamini “Carrefour Per Lei” sull’intera rete composta da oltre 1.400 punti vendita su tutto il territorio nazionale, diretti e franchising, e su carrefour.it, per raccogliere fondi a sostegno degli “Spazio Donna” realizzati da WeWorld: luoghi nati con l’obiettivo di far emergere il sommerso in quartieri difficili dove molto spesso la violenza sulle donne è talmente diffusa da essere non solo giustificata ma nemmeno percepita, persino dalle donne che la subiscono. Qui operatrici specializzate si rivolgono alle donne e ai loro bambini, per far emergere le situazioni più difficili e dare una risposta concreta.

«Solo una società libera dagli stereotipi – dichiara Marco Chiesara, Presidente WeWorld – in cui ognuno fa la sua parte, può proteggere le donne e i loro figli. La violenza sulle donne è democratica: colpisce a prescindere da età, provenienza, contesto sociale. Ma alcuni fattori, che favoriscono la violenza domestica su donne e bambini, si concentrano in contesti di forte disagio sociale, con povertà educativa, disoccupazione, criminalità e struttura familiare patriarcale».

Oltre alla vendita dedicata di ciclamini, Carrefour Italia aderisce alla campagna di sensibilizzazione #nonènormalechesianormale e supporta il numero 1522, dandone visibilità attraverso comunicazione in store, volantini e sul web.

Fonte: Il messaggero